Auguri da Fine del Mondo!

28 12 2011

(english version below)

Carissimi amici,

secondo la oramai ben nota profezia maya, il mondo finirà tra circa un anno esatto, il 20-12-2012. Il tempo stringe dunque e sarà bene darsi da fare.

A causa del mio inguaribile ottimismo, la mia personale interpretazione della profezia è invece positiva ed è la seguente:

“nel 2012 finirà il mondo per come lo abbiamo finora conosciuto e ne nascerà uno nuovo”

Per molti aspetti la nostra generazione è una generazione fortunata. Siamo la prima generazione europea occidentale a non aver conosciuto guerre sul proprio territorio per oltre sessant’anni. Abbiamo conosciuto il fallimento delle ideologie che avevano condotto i nostri genitori sull’orlo del baratro ed abbiamo progressivamente imparato a condannarle ed a liberarcene definitivamente. Stiamo cominciando (lentamente) a capire che anche l’attuale sistema di vita, che pure avevamo eletto a modello universale di riferimento, è insostenibile ed cominciamo a capire che occorre pensarne uno nuovo.

Senza bisogno di complesse teorie economiche, la constatazione di aver vissuto al di sopra dei propri mezzi è assolutamente evidente. Ci troviamo di fronte al rischio di trasferire ai nostri figli un mondo meno bello di quello in cui abbiamo vissuto e questo è assolutamente inaccettabile.

Nel contempo, disponiamo oggi di tecnologie e strumenti tali da permetterci  una grande comprensione del mondo e di condividerne la conoscenza  in un modo che solo pochi anni fa era semplicemente impensabile.

Il Futuro ci appartiene e soprattutto appartiene ai nostri figli.  Questo sia allora il mio augurio per noi tutti:

“Che il 2012 sia l’anno in cui dalle ceneri degli egoismi individuali e collettivi rinasca la nuova consapevolezza che un Nuovo Mondo di solidarietà, di fratellanza universale e di felicità per tutti è possibile e dipende solo dalla nostra buona volontà ”.

Per un 2012 di riscossa.

Fraternamente,

Marco Saltalamacchia

__________________________________________________________________________________________________________________________

Dearest friends,

according to the now well-known Mayan prophecy, the world will end in about a year to the day, on the 20th of December 2012. Time is running, so better hurry up.

Because of my incurable optimism, my personal interpretation of prophecy is rather positive and it sounds  as follows:

“The world will end in 2012 as we have hitherto known, and a new one will be born again”.

In many ways our generation is a fortunate one. We are the first generation not to have known Western European wars on its territory for over sixty years. We have experienced the failure of ideologies that led our parents on the edge of the chasm and we have gradually learned to condemn them and to get rid of permanently. We are starting (slowly) to understand that the current way of life, even though we elected it as a universal reference model, is unsustainable and we are beginning  to understand that it is high time to rethink it.

Without the need for complex economic theories, the finding that we have  lived beyond our  means is crystal clear. We face the risk of transferring our children a world less beautiful than the one when we lived in and this is absolutely unacceptable.

At the same time, we now have tools and technologies allowing us a greater understanding of the world and sharing  knowledge in a way that only a few years ago was unthinkable.

The future belongs to us and above all belongs to our children. Then this is then my New Year’s wish for all of us:

“May  2012  be the year when from the ashes of individual and collective selfishness a new awareness will be reborn that a New World of solidarity, of universal brotherhood and happiness for all is possible. It will depend only on our Good Will.”

Let 2012 be the Year!

Fraternally,

Marco Saltalamacchia

Annunci

Azioni

Information

2 responses

28 02 2012
Jonathan

Carl Sagan said it well:

5 03 2012
Jonathan

Another: http://www.economist.com/node/21548937
Imagine what SIRI will do for Education in India & China bringing together all the dialects, 800 million Hindi speakers who will learn through Hindi not English class control, 800M consumers, education is engine that drives economies, Steve Jobs RIP.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: