Ed il Grande Croupier Cayman D’Arcore lanciò la pallina e disse: Les Jeux sont faits, Mesdames et Messieurs, rien vas plus!

6 12 2012

The Charge of the Light BrigadeI giochi sono fatti ed i tempi sono adesso maturi per il Grande Ritorno del Caimano sulla scena politica.

Il finto allontamento di Berlusconi per un anno dalla scena politica, si rivela per quello che è: un piano genialmente orchestrato che ha permesso di realizzare molteplici obiettivi in un colpo solo : la mossa del cavallo.

Obiettivo 1 “Facimme Ammuina”: spostare l’attenzione dei media e quindi dell’opinione pubblica da chi porta le vere responsabilità storiche di questa crisi ed addossandole invece ad un nuovo capro espiatorio (Monti) che, più o meno inconsapevolmente si è prestato all’uopo e guadagnandosi una nuova verginità (in politica sembra possibile…)

Obiettivo 2 “Up Patriots To Arms”: attendere che si creassero le condizioni per una “richiamata alle armi popolare” come unica utile sponda contro il ritorno del sempiterno nemico Komunista adesso affiancato anche dai nuovi nemici (Europa, Euro, Merkel) ma anche lo Stato Ladro (IMU, Equitalia, patrimoniale)

Obiettivo 3Promoveatur ut Removeatur” : lasciare che attraverso un percorso di progressivo sfaldamento del “vecchio” PDL si creasse un clima di sfiducia verso i diversi attori che si sono affannati alla ricerca di una nuova legittimazione e quindi giustificasse la “investitura del monarca” a nuove e più fresche truppe di più grande fedeltà.

Obiettivo 4 “Il Gattopardo” : così come il Caimano aveva magistralmente fregato “Baffetto d’Acciaio” impegnandolo nei lavori della Commissione Bicamerale per le riforme che non produssero un bel niente, adesso è riuscito egualmente bene a fregare “Il Pettinatore di Bambole” nella riforma elettorale (ma anche altre, vedi leggi anticorruzione o liberalizzazioni) riuscendo nel indiscutibile risultato di “cambiare tutto per non cambiare niente”. Voteremo con il Porcellum che permetterà a Bersani di guadagnare la maggiornaza almeno alla camera ed a Berlusconi di scegliersi i candidati senza tanti mal di pancia.

Obiettivo 5 (I due Piccioni): anticipare lo scenario delle elezioni in una sola data utile per evitare l’effetto “catastrofe stratificata” e giocarsi il tutto per tutto in un colpo solo Il 2 e 3 febbraio.

A questo punto abbiamo raggiunto l’orizzonte degli eventi e siamo pronti a precipitare nel “buco nero” delle prossime elezioni che, sono pronto a scommettere, saranno le peggiori, per qualità del dibattito politico, della storia repubblicana dopo quelle del 1948.

I Poli che si contenderanno il centro campo saranno quattro (+ qualche cespuglio):

  1. “La gioiosa macchina da guerra – reloaded” ( PD+SEL )
  2. “La Santa Moderata Alleanza per Dio e la Nazione” (UDC+FLI+IF+Sant’Egidio+ACLI+CISL+…)
  3. “I Forconi” Padanian Style (Lega+Forza Italia)
  4. “L’Uomo Qualunque 2.0” ovvero M5S

Già adesso è facile immaginare quali saranno gli argomenti elettorali di ciascuno schieramento:

  1. Polo 1 :Lavoro & Welfare
  2. Polo 2: Moderazione & Monti Bis
  3. Polo 3: A morte l’IMU, Equitalia & la Merkel (ma anche l’euro e l’Europa au passage)
  4. Polo 4: Siamo la Gente il Potere ci temono (a morte Bildeberg, Trilaterale, Massoneria ma anche Rotary e Lions già che ci siamo)

Adesso veniamo a noi di Fermare il Declino.In tutto questo bailamme mediatico le scelte elettorali possibili sono due:

  • “The Charge of the Light Brigade” La splendida ed inutilmente eroica cavalcata solitaria a Balaclava contro i cannoni ottomana.
  • “Il Patto di Londra” ovvero la trattativa segreta con gli inglesi per ottenere in cambio il sudtirolo a guerra finita, (si ma chi sono gli inglesi?)

Premesso che la raccolta delle firme per le nazionali è impresa assai ardua se non impossibile, il termine ravvicinato del 2 febbraio unito al complesso sistemi di blocchi imposti dal Porcellum ai partiti che corrono da soli sia a livello nazionale(Camera: 4%) che regionale (Senato: 8%) obbligherebbe a coalizzarsi con uno dei due “cartelli” (Polo 2 o Polo 3?) e credo che in entrambe i casi costerebbe molto consenso in tanti potenziali elettori che avrebbero difficoltà a trovarsi nell’uno o nell’altro schieramento.

Come la storia ci ha insegnato entrambe gli scenari sono costati parecchio e forse lo scenario migliore potrebbe essere quello di uno “Splendido Isolamento” Vittoriano che invece consideri il fatto che lo scenario che risulterà da queste elezioni sarà di grande instabilità e quindi di scarsa durata (un paio d’anni al massimo) e che quindi preveda il proseguimento dell’esperienza “movimentista” con un orizzonte di convergenza più lungo.

So bene che questo scenario troverà l’avversione di tutti coloro che hanno soprattutto voglia di “menar mani” ma io credo che potremmo utilmente impiegare il tempo per fare tutto quello che in questi mesi non abbiamo, colpevolmente, fatto, ovvero:

  1. Migliorare i processi di democrazia interna
  2. Dotarci di una organizzazione trasparente, meritocratica ed inclusiva
  3. Allargare la base degli aderenti
  4. Completare il programma politico dei dieci punti

Spesso si dice che il “presto è nemico del bene” e credo che in questo caso (e solo in questo caso) valga citare Lao Tzu “Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un piccolo passo”.

Marco Saltalamacchia

Annunci

Azioni

Information

2 responses

7 12 2012
Fabio Ronchi

Emotivamente quello che scrive non mi piace. Razionalmente, però, mi sembra ragionevole.
Essendo persona raziocinante, non posso che condividere.
L’unico dubbio, è se veramente la prossima legislatura durerá due anni.

7 12 2012
Marco Saltalamacchia

Dividere la ragione dall’emozione è spesso (quasi sempre) un buon esercizio. Le ragioni per le quali stimo che la prossima legislatura durerà poco risiedono nel fatto che l’esito delle elezioni sarà per forza una Grosse Koalition 2.0 sotto il controllo “armato” di BCE, Germania & Co, che si accorderà per un programma minimo “anti-default” e poco di più. I partiti al governo perderanno costantemente consenso subendo la concorrenza populista della destra “à la Greque” del neo PDL + neo Lega, ed alla prima, debole, parvenza di ripresa economica faranno cadere il governo per fermare il loro declino…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: